Cos’è il jailbreak?

 

Per jailbreak, lo dice la parola stessa (jail=prigione; break=rottura), si intende il processo che permette ad un dispositivo tecnologico di installare programmi in grado di modificarne l’aspetto software e di espanderne le potenzialità limitate dall’azienda produttrice.

Padre del jailbreaking può essere considerato Jay “Saurik” Freeman, sviluppatore di Cydia, l’applicazione più diffusa, che funziona come un App Store alternativo a quello ufficiale.

Le polemiche su tale pratica, principalmente, prendono vita dal fatto che, tramite jailbreak, è possibile installare anche applicazioni che normalmente vengono vendute sullo store della Apple, ledendo il diritto d’autore e rubando, di fatto, le app.

Il mio personale pensiero su questo punto è chiaro, e nasce da una riflessione su se sia giusto proibire una pratica, di per se innocua, solo perché qualcuno la utilizza illegalmente. Secondo tale ragionamento, allora, bisognerebbe rendere illegale qualsiasi strumento che permetta di registrare e/o riprodurre file multimediali senza DRM (Digital Rights Management), iPhone e iPod compresi.

La farò semplice, ma per me il jailbreak è illegale fondamentalmente perché a guadagnarci sono persone esterne alla società.

Giuridicamente, almeno negli Stati Uniti, la pratica del jailbreaking è diventata legale a seguito della modifica della legge sul copyright nel 2010, ma attualmente la questione è ben lungi dall’essere risolta.

Approfittando del vuoto legislativo che ancora permane in Italia e considerando che per me jailbreak vuol dire personalizzare e arricchire il proprio dispositivo, nei prossimi post vi dirò quali sono i tweak che proprio non possono mancare ai vostri iPhone/iPod.

di misteryluca
Digressione

 

Perché mi piace la Apple e mi piace parlarne.

Perché oltre al semplice uso del prodotto esiste un mondo di possibilità.

Perché jailbreak non vuol dire pirateria.

Perché poter espandere le potenzialità del proprio dispositivo non ha prezzo.

Perché mi va.

Perché mi serve l’idoneità al Laboratorio sui nuovi contenuti on-line.

Perché questo blog

di misteryluca